Alimentazione: Semplici Regole per Tornare in Forma dopo l’Estate, la Dieta del Rientro
7.DietaRientro
+
Categoria: Alimentazione
set, 13, 2015

Aperitivi sulla spiaggia, grigliate, cene con gli amici, tanti piccoli spuntini, gelati a profusione: in vacanza tutto è concesso, ma al rientro ci si accorge che i kg sulla bilancia sono aumentati, così come la pancetta! Uno dei primi punti da mettere nella lista delle cose da fare al rientro è quindi una bella dieta depurativa che faccia tornare in forma e sentirsi leggeri in poco tempo.

L’obiettivo della dieta dopo le vacanze è sia di cercare di togliere i chili in più accumulati durante questo periodo sia combattere lo stress da rientro che si manifesta con nervosismo, stanchezza, irritabilità e una leggera depressione. Per fare in modo che il relax estivo non si trasformi in un lontano ricordo, bisogna scegliere bene il tipo di alimenti da assumere.

La prima cosa da fare nella dieta del rientro è quindi darsi delle regole: basta aperitivi in cui tutto è concesso, merenda pomeridiana a base di cibi grassi e calorici, basta con cene infinite coronate sempre dal dolce!

I migliori alleati nella dieta del rientro dalle vacanze restano frutta e verdura di stagione. Se possibile, scegliere l’uva perché ricca di vitamine B e C, fibre, potassio e melatonina, l’ormone che regola il ritmo sonno veglia e influisce sulla produzione di serotonina. Si consiglia di non esagerare nella quantità a causa dell’elevato contenuto di zuccheri. Da inserire nell’alimentazione quotidiana le verdure a foglia verde per la presenza in esse di sostanze antiossidanti. Inoltre, frutta, verdura e legumi apportano un’elevata quantità di fibre che garantisce sazietà.

Alcuni consigli:

Prima colazione: importantissima, è la prima buona abitudine da ripristinare. Niente cappuccio e brioche tutte le mattine, ma fette biscottate e marmellata accompagnate da una tazza di caffelatte e un bicchiere di succo o uno yogurt e, perché no, un frutto di stagione.

Pranzo: quanta pasta fredda vi siete mangiati questa estate sotto l’ombrellone? Con il rientro è giunto il momento di riequilibrare la quantità di carboidrati presenti nella dieta e soprattutto di moderare il condimento! Va bene quindi a pranzo un piatto di pasta ma conditela con pochissimo olio e tante verdure fresche. Non sottovalutate le doti dell’insalata: pronta in due minuti, leggera e se mangiata con una fettina di carne bianca o un trancio di pesce vi darà tutta l’energia di cui avete bisogno.

Aperitivi: al rientro è difficile porre fine agli aperitivi! Quindi, che fare? Cercare di evitare patatine, arancini, salumi e altri cibi grassi ma concentrarsi invece su pinzimonio e altre verdure. Evitate anche superalcolici e concedetevi al massimo un bicchiere di vino, anche se la cosa migliore sarebbe optare per un analcolico.

Cena: se siete reduci da un aperitivo sarà più che sufficiente un piatto di verdure lesse. Se invece non avete fatto l’aperitivo potete concedervi qualche cosa di più basta che non sia unto, che non sia un concentrato di carboidrati e che sia comunque affiancato da una buona razione di verdure: anche in questo caso niente vino, poco sale e niente gelato alla fine ma al massimo uno yogurt.

Spuntini: Spezzate tra un pasto e un altro con degli spuntini ma state alla larga da merendine e crackers salati! Portate con voi frutta fresca e yogurt: unico vizio concesso è un gelato nel pomeriggio, naturalmente scegliendo gusti a base di frutta.

Per chi vuole avere un risultato in pochissimo tempo, poi, c’è solo un’alternativa: fare sport!

Una moderata e costante attività fisica, infatti, aumenta la produzione fisiologica di endorfine, ha un’azione tonificante e stimolante su tutto l’organismo, eleva il tono dell’umore e migliora le capacità di concentrazione e di memoria, riducendo anche la tendenza a episodi ansiosi o depressivi.

Basta seguire quindi queste poche e facili regole e vedremo che sia il corpo, sia la mente, gioveranno di questo nuovo stile di vita.

Le 7 regole d’oro

  1. Preferire sempre verdura di stagione e frutta fresca.

  2. Scegliere cibi leggeri e freschi per non rallentare la digestione e sentirsi ancora di più affaticati.

  3. Comporre pasti equilibrati e non sbilanciati (un esempio? Non associare la carne al formaggio o la pasta alle patate, poiché hanno le medesime proprietà nutritive).

  4. Evitare di essere troppo rigidi e di saltare i pasti: fare sempre lo spuntino a metà mattina o nel pomeriggio, preferibilmente composto da un frutto o yogurt magro.

  5. Limitare i condimenti, il consumo di dolci, i fritti e i super alcolici

  6. Non rinunciare mai all’attività fisica quotidiana: serve per mantenere il metabolismo attivo anche quando i ritmi della vita quotidiana prendono il sopravvento.

  7. Infine, dopo cena, rilassiamoci con una tisana a base di finocchio, malva e cumino o liquirizia. Favorisce la digestione e aiuta a drenare i liquidi in eccesso.

Lorenzo Piano

Nessun commento