Anziani e Internet
anziani-internet
+
Categoria: Parliamo di
mag, 12, 2015

L’Italia, secondo alcune statistiche, è il paese europeo che ha maggior numero di anziani.

Nel nostro paese i “capelli grigi”, godendo di buona salute, hanno fatto registrare negli ultimi anni, un forte incremento per quanto riguarda l’utilizzo delle nuove tecnologie: computer ed internet in vetta alla classifica.

Il trend di aumento per uso di quest’ultimi tra gli over 60 è un dato sicuramente da non sottovalutare. Questo avvicinamento alla tecnologia è dovuto da vari motivi, in particolare dalle esigenze pratiche legate alla vita quotidiana: servizi bancari, postali, alimentazione, medicina etc…

Di seguito riporto il commento dell’associazione dei consumatori rilasciato durante un’intervista: “Anziani finalmente digitali , più curiosi e intraprendenti, che usano la rete come strumento di inclusione sociale.”

I nostri “capelli bianchi” interessandosi al mondo tecnologico, quindi, tenendosi in contatto con parenti ed amici sui social network soffrono meno l’isolamento sociale ed in particolare la solitudine. Quest’ultima compagna scomoda nella vita delle persone anziane.

Ad oggi dobbiamo ricrederci sul fatto che un anziano non si informa, non si evolve anzi diverse ricerche hanno visto che è forte il desiderio di comunicare, di conoscere e di ascoltare. L’utilizzo di internet all’inizio può essere difficoltoso ma esistono corsi di informatica comprensibili, che vengono svolti da alcune associazioni o da centri sociali per anziani con docenti esperti nelle tecnologie informatiche e telematiche per rendere il mondo “web” più semplice possibile.

L’anziano e il mondo tecnologico è un nuovo connubio, sempre più presente in una società che corre, una società che cambia che spalanca le porte alla tecnologia. La terza età in tutto ciò si sente sempre più proiettata in un mondo sconosciuto.

La medicina con i suoi sviluppi, i suoi progressi, d’altronde ha regalato al nostro secolo maggiore longevità, così da avere una crescente popolazione di persone anziane in ogni parte della terra. Ad oggi la nostra società è chiamata a riconoscere il ruolo della persona anziana che vuole essere presente nonostante il cambiamento fisico e il cambiamento dell’ambiente circostante. Questo è dovuto al fatto che ogni individuo deve confrontarsi con sconfitte e perdite che il trascorrere del tempo gli propone senza essere galante o permissivo. La vita è una sfida all’adattamento, perciò concludo con una frase di Charles Darwin: “Non è la specie più intelligente a sopravvivere e nemmeno quella più forte. E’quella più predisposta ai cambiamenti.”

 

Alessandra Vannoni

 

 

 

 

Nessun commento