Sport: Che Sport consigliare a tuo figlio/a?
5.Sport
+
Categoria: Dedicato a te
set, 13, 2015

Come ogni settembre si riaprono palestre e associazioni sportive dopo la pausa estiva e giunge il momento di iscrivere tuo figlio o tua figlia a uno sport. Che sia per un suo desiderio o perchè crediate, a buona ragione, che gli faccia bene, non è facile fare la scelta giusta specialmente nell’infanzia. Allora come scegliere lo sport gusto?

Prima di tutto cercherei di capire se sia più interessato/a a uno sport individuale o uno sport di squadra: entrambi sviluppano capacità quali attenzione e concentrazione anche se in modi diversi ma da una parte lo sport individuale favorisce lo sviluppo di disciplina e strategie per superare le difficoltà mentre lo sport di squadra favorisce la creazione di relazioni di gruppo e lo sviluppo di cooperazione verso un obiettivo comune.

Tra gli sport individuali situazionali sono consigliati il tennis e la scherma che sono entrambe attività che divertono e appassionano sviluppando molto la concentrazione e la disciplina. Spesso vanno però unite ad attività compensative perchè sono sport detti asimmetrici poichè viene usata maggiormente una parte del corpo. Arti marziali, come judo e karate, possono rivelarsi utili sia ai bambini più timidi e insicuri, perché infondono fiducia nelle proprie capacità, sia a quelli più “vivaci”, perché insegnano a controllare la propria aggressività. Attraverso l’apprendimento di certe posture il bambino acquisisce gradualmente la conoscenza, la consapevolezza e il controllo del suo corpo.

Tra gli sport di squadra, invece, possiamo elencare calcio, pallavolo, basket e rugby, attività che favoriscono la socializzazione, la comunicazione e lo spirito di gruppo, insegnano a mettere da parte il proprio egoismo per il bene della squadra. Inoltre, sono sport in cui i bambini sviluppano una sana competitività, se non esaltata dagli adulti: per un bambino lo sport è, e deve essere, solo un gioco.

Tra gli sport considerati più completi troviamo il nuoto, l’atletica e la ginnastica. Il nuoto è lo sport completo per eccellenza poichè mette in moto tutto il corpo. L’atletica è uno sport che fornisce una buona preparazione di base e nella bella stagione si pratica all’aria aperta, quindi dà la possibilità di uscire dal chiuso delle palestre. Anche la ginnastica è uno dei più completi poiché favorisce l’armonico sviluppo di ossa, muscoli e articolazioni, inoltre aumenta la conoscenza, la consapevolezza ed il controllo del proprio corpo.

La danza e il pattinaggio possono essere considerate attività complete a patto che prevedano una prima parte di preparazione generica attraverso la ginnastica. Consentono di apprendere un equilibrio diverso da quello al quale si è abituati, quindi sono ottime occasione per sviluppare le capacità coordinative. Sono sport “ibridi”, perchè non sempre sono impostati come attività fisica vera e propria, ma concepiti prevalentemente come attività ludico-ricreative.

Queste sono solo alcune indicazioni generali ma possono essere molto utili per aiutare e orientare al meglio vostro figlio o figlia nella scelta dello sport che preferiscono.

Marica Vignozzi

Nessun commento